L'ULTIMO HAREM

Mostre ed eventi, musei, spettacoli, concerti e tutto ciò che è arte

Moderatore: Custodi

Rispondi
Avatar utente
EL Profe
Aiuto Custode
Aiuto Custode
Messaggi: 753
Località: Santaigo de Leon de Caracas-Venezuela
Contatta:

L'ULTIMO HAREM

Messaggio da EL Profe » giovedì 25 gennaio 2007, 11:18

Ieri sera sono stato a vedere questo spettacolo che non posso assolutamente pubblicizzare e/o recensire:
é semplicemente magnifico ed inusuale e fino a Domenica 28 Gennaio 2007 va in scena al Teatro di Rifredi di Firenze:


"L'Ultimo Harem"
liberamente ispirato a "Le mille e una notte" e ai racconti di Nazli Eray e ai saggi di Ayse Saracgil e Fatema Mernissi
- di Angelo Savelli
- con Serra Yilmaz, Valentina Chico, Riccardo Naldini
- scene e costumi Mirco Rocchi
- luci Roberto Cafaggini

Dalla presentazione della piece:

Una sera del 1909 ad Istanbul, alla vigilia della definitiva chiusura degli harem, nel palazzo d’Yildiz una seducente favorita circassa attende, insieme all’anziana guardiana ed al capo degli eunuchi imperiali, l’incerta visita del sultano, ingannando l’attesa con il racconto di storie fantastiche. Quasi cent’anni dopo, una casalinga dimessa e la sua spumeggiante amica sognano improbabili fughe dalla prigione del loro indecifrabile malessere quotidiano. Ma l’harem non è tanto una cinta di mura invalicabili quanto piuttosto un luogo dello spirito, un’attitudine vischiosa e pericolosa in cui cadere prigionieri, sia ieri che oggi, sia in Oriente che in Occidente, sia uomini che donne.
E'quasi superfluo ricordare come all'origine della grande tradizione narrativa mediterranea si situa proprio un harem: quello delle "Mille ed una Notte" dove l'astuta schiava Sherazade narra mille storie per salvarsi la vita contro il folle arbitrio di un Sultano - Barbablù.
Partendo proprio da una di quelle bellissime novelle (“La storia dell’orafo Hasan e della donna con le ali”) e dai ritratti e dalle testimonianze antiche e recenti di alcune "favorite" dell’harem, lo spettacolo si apre poi sulla contemporaneità grazie agli spunti critici provenienti dai fondamentali libri della professoressa turca Aise Saracgil e della nota scrittrice marocchina Fatema Mernissi e dai racconti surreali e grotteschi di una delle più interessanti scrittrici della letteratura turca contemporanea: Nazli Eray.

Orari spettacoli: dal Martedì al Sabato ore 21:00; la Domenica ore 16:30
Colui che combatte i Mostri deve fare attenzione perchè potrebbe egli stesso diventarlo.
E se si getta uno sguardo sull'Abisso per lungo tempo, l'Abisso getterà lo sguardo su di noi.
F.W.Nietzsche

Rispondi