Arkham Horror FAQ

Giochi di ruolo, di società, wargames e videogiochi.

Moderatore: Custodi

Rispondi
Avatar utente
Trizio
Gran Maestro
Gran Maestro
Messaggi: 2733
Località: Prato
Contatta:

Arkham Horror FAQ

Messaggio da Trizio » mercoledì 4 luglio 2007, 19:57

Mi sono trovato a leggere le FAQ di Arkham Horror sul sito de "La Tana del Goblin", e da questo ddocumento posto alcune regole che mi creano dei dubbi su come abbiamo giocato fino ad ora:

Segnalo in arancione i punti in rilievo

I giocatori possono, quando sono ad Arkham, scambiarsi oggetti anche se sono a notevole distanza l'uno dall'altro? Come scambio gli oggetti?

I giocatori possono scambiarsi gli oggetti quando si trovano nella stessa locazione (durante, prima o dopo il movimento) o, nel caso l'Antico si sia risvegliato, in qualunque punto della mappa si trovino. Puoi per esempio muoverti, passare sullo spazio con un Investigatore, scambiare o lasciarti dare qualche oggetto (dando la/e carta/e), continuare a muoverti.

E’ possibile perdere contemporaneamente la Sanità Mentale e la Resistenza durante un Combattimento?
Può capitare che si perdano contemporaneamente Sanità Mentale e Resistenza se per esempio non ti riesce un tiro Terrore e perdi un round di Combattimento. Ricorda che se per qualsiasi motivo in un sol colpo vanno a zero entrambe le caratteristiche del tuo Investigatore, vieni Divorato.

PS. Il che significherebbe che non voli istantaneamente in manicomio?!?! Effettivamente non era così facile essere divorati


I Mostri nell'Altro Mondo non si contano per il limite degli "Attivi"?
Non si contano. Se appaiono come risultato di una pescata carte Mondi Esterni/Luoghi vanno combattuti o evitati. Se fatti fuori si reclamano come Trofei, se evitati ritornano nel contenitore...

Chiarimenti sul limite dei Mostri che vagano per Arkham
Se come risultato di un incontro appare "un mostro e un Portale", il Mostro rimane sulla mappa e conta come limite e eventualmente finisce nei Sobborghi. Se sulla carta c'è scritto che appare solo un Mostro, va rimosso in ogni modo alla fine, anche se non viene ucciso o evitato e non conta come limite.
Il sentimento più forte e più antico dell' animo umano è la paura,
e la paura più grande è quella dell' ignoto


- Howard Phillips Lovecraft -

Rispondi