Tre farfalle d'argento di Roberto Santini

Recensioni di libri, opinioni, nuove uscite e suggerimenti alla lettura

Moderatore: Custodi

Rispondi
Avatar utente
EL Profe
Aiuto Custode
Aiuto Custode
Messaggi: 753
Località: Santaigo de Leon de Caracas-Venezuela
Contatta:

Tre farfalle d'argento di Roberto Santini

Messaggio da EL Profe » domenica 21 novembre 2010, 14:35

Immagine

Verona, gennaio 1944. Che cosa collega il processo a Galeazzo Ciano e agli altri “traditori” del fascismo all’omicidio di una bellissima donna di facili costumi? niente. tranne tre farfalle d’argento…

Il vicecommissario Fernando Magnani, che ha avuto diversi problemi disciplinari per via delle sue relazioni adulterine, si trova a dover indagare su due omicidi in apparenza insensati. C’è il sospetto inconfessabile che quelle morti siano collegate al processo; le autorità nazifasciste non nascondono un forte timore per gli esiti dell’indagine, senza peraltro spiegarne il motivo. Per di più, una delle vittime non solo era una donna bellissima, non solo lavorava per lo spionaggio tedesco, ma era anche l’ultima amante di Magnani. Ben presto il vicecommissario si trova nel mezzo di forze contrapposte che cercano di condizionare pesantemente la sua inchiesta: ci sono repubblichini e SS che pretendono la condanna a morte di Ciano, e c’è un gruppo clandestino di fascisti dissidenti che, viceversa, si sforza in ogni modo (sia lecito che illecito) di ottenere la sua liberazione. Sempre più coinvolto, Magnani sarà costretto a esporsi a mille pericoli pur di continuare e concludere la sua indagine, avendo in mano solo un piccolo, enigmatico indizio: tre farfalle d’argento…
Sorretto da una magistrale ricostruzione di uno dei momenti più cupi del fascismo in agonia, abilmente giocato tra personaggi immaginari e figure realmente esistite, Tre farfalle d’argento annoda con grandissima abilità la dimensione della fiction storica a quella dell’intreccio poliziesco, regalandoci un giallo che per stile, atmosfera, personaggi e colpi di scena è degno di essere affiancato ai migliori esiti di Carlo Lucarelli, Giulio Leoni e Leonardo Gori.

Roberto Santini

Di professione psicologo e insegnante, Roberto Santini vive e lavora a Firenze. Critico e studioso della letteratura di genere, ha esordito nel campo della narrativa gialla con il romanzo La re gola del male, seguito da numerosi racconti per il Giallo Mondadori e Delitti di carta. Il suo talento gli ha assicurato la vittoria in innumerevoli concorsi dedicati al mystery, tra i quali: il Premio Grangiallo di Cattolica, il Premio Ghostbusters, il Premio Orme Gialle e il Premio Giallocarta.
Colui che combatte i Mostri deve fare attenzione perchè potrebbe egli stesso diventarlo.
E se si getta uno sguardo sull'Abisso per lungo tempo, l'Abisso getterà lo sguardo su di noi.
F.W.Nietzsche

Rispondi