Impressioni sul Live del 30

Discussioni generali riguardo tutto ciò che concerne il live

Moderatore: Custodi

Avatar utente
Scimmiadrago
Adepto
Adepto
Messaggi: 171

Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Scimmiadrago » lunedì 2 luglio 2012, 11:33

Nessuno l'aveva fatto ancora qui apro le danze :P

Live davvero duro principalmente per il clima, un caldo folle, snervante, omicida e questo almeno per me ha ostacolato notevolmente il riuscire a seguire le conferenze.

In ogni caso il mio pg anche in gioco, non aveva capacità linguistiche e culturali per star dietro a tutti quei discorsi, non aveva senso davvero trovarsi li... e detta così sembrerebbe che io non mi sia divertito.

Ma lo spirito di questa campagna è "costruisci il tuo live" che, secondo me, non si limita solo ai finali a scelta multipla ma a valorizzare l'intraprendenza dei personaggi. Con questo spirito mi sono costruito un live mio personale annidato dentro il live e praticamente ho giocato un altro evento sfruttando l'occasione per farmi i "cazzi miei" ed è stato divertentissimo, trovando obiettivi e scopi nuovi che di base non era inclusi nel personaggio inizialmente. Il feedback da pg e png è stato altissimo il che ha reso il tutto ancora più gustoso e la mia presenza li acquisiva un senso.
Consiglio a tutti i pg un esperienza simile (totalmente autogestita) perchè ne guadagna sia il gioco che l'interpretazione (che di base già sono ad alti livelli) che il divertimento personale.


Detto questo farei un complimento a tutti sia per il livello di sofferenza sopportata su tutti i fronti, sia ai pg perchè sono tutti bravissimi (una menzione particolare va al pugile - non ricordo il nome T.T - ci ho giocato molto sul dramma personale) ed ai master, ragazzi le scelte multiple sono da seghe!!!
Ultima modifica di Scimmiadrago il lunedì 2 luglio 2012, 13:48, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Phil
Accolito
Accolito
Messaggi: 81

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Phil » lunedì 2 luglio 2012, 12:21

Credo che non si potrebbe spiegare in maniera migliore l'intenzione dei custodi. Ho dovuto rispondere perché mi sono esaltato con questo post! GRazie davvero!

Avatar utente
-Nemo-
Cultista
Cultista
Messaggi: 281
Località: Lucca
Contatta:

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da -Nemo- » lunedì 2 luglio 2012, 13:24

Eccomi qui a dire la mia, a raccontare la mia soddisfazione. Perchè é stato proprio un bel live!

Ormai con la campagna siamo partiti davvero, e bene. Se il primo live, con il sogno, ha posto la base dell'intreccio per questa nuova storia, e i micro-live sono stati per esso la "scintilla di vita", é stato proprio iersera che, terminate le preparazioni il tutto si é avviato. E si é avviato alla grande.
Momenti noiosi? Certo, che ci sono stati. Ma dovevano esserci. Perchè per i nostri PG (almeno per il mio) le conferenze erano costruite per esser tali.
L'atmosfera del pomeriggio, a posteriori, si é rivelata davvvero indovinata, con i suoi due "livelli": quello superiore, con la sala opulenta, i relatori a parlare di argomenti criptici e complessi, gli appunti e gli sguardi; e quello inferiore, fatto di commenti a quanto ascoltato certo, ma anche della consapevolezza che ancora non era il momento giusto, per noi venuti dal sogno. Perchè il relatore che ci interessava davvero era il penultimo a parlare, e dovevamo aspettare, nonostante - cosa che avrebbe sconcertato forse gli organizzatori - la maggioranza dei presenti fosse venuta proprio per lui. La realtà delle cose, nel gioco, corrispondeva al contrario della volontà degli organizzatori delle conferenze: gli incontri erano le pause, e le pause erano frenetiche corse al confronto sui temi che realmente premevano ai PG. L'effetto finale sul mio livello di divertimento é stato ottimo.

A questo punto abbiamo tutto quel che serve: un avversario misterioso e potente, un motivo (o anche due o tre) per combatterlo e dei compagni d'avventura interessanti. Forza quindi con il prossimo micro-live tripartito (mi piace davvero questa tecnica, con la storia che a volte é unica, a volte corre su binari paralleli per poi ricongiungersi), che voglio vedere che succede!

Ed ora, come da tradizione, i più e i meno:

+++++ Al momento dell'irruzione. Forse il punto "effettivo" d'inizio della campagna, marcando il confine tra preludio e inizio dei giochi. La sensazione di impotenza mentre amici e compagni d'avventura venivano portati via é una scintilla perfetta per far partire l'azione.
++++ Al ritrovamento, ormai quasi completo, di tutti gli altri "compagni di sogno". Sentirsi parte di un gruppo di persone prese in qualcosa di più grande di loro é l'essenza di CoC.
+++ All'atmosfera: sin dall'inizio era forte, per i PG, l'impressione di evento mecenatistico in grande stile: dimora sontuosa, catering a volontà, servizio delle grandi occasioni, il tutto gratuito. Avrebbe stupito davvero, una cosa del genere.
+++ A Samuele e all'infruscato: i loro personaggi hanno dato perfettamente l'idea di sapere come stanno le cose ma non volerlo dire, mettendo veramente alla prova la sopportazione PG appena reduci dal trauma dell'irruzione, per cercare di convincerli a condivedere le conoscenze.
++ al vitto. Come ormai consuetudine, ai live del Clavisomni, quando é previsto dalla storia, si mangia bene! Cos'era quella portata nei vassoi più piccoli? Mi é piaciuta un casino. E poi le bevande senza limite a richiesta si sono rivelate perfette per combattere il caldo e la noia.
++ ai momenti "morti" della conferenza. Vi stupirò forse, ma il fatto che in gioco il PG si annoiasse ha, almeno per me, generato l'impulso ad agganciare gli altri personaggi, per parlare confrontarsi, aumentando di parecchio la profondità del live.

C'é anche qualche meno, dettagli certo, ma che trovo utile segnalare:

--- Attenzione, PG: siamo nel 1933, attenti al vestiario che anche un dettaglio o un accessorio "anacronistico" rischia di ledere la sospensione dell'incredulità;
-- Onestamente, mancavano le sedie per tutti. Dover stare in piedi per lunghi periodi ha accresciuti per molti gli effetti deleteri del caldo. Se tutti avessimo avuto qualcosa su cui posar le chiappe, sarebbe stato perfetto;

In definitiva: bravi tutti, un gran bel live. Ne sono tornato divertito e con tanta voglia di giocare il prossimo!
A quando le foto?

Avatar utente
Henry Morgan
Neofita
Neofita
Messaggi: 44

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Henry Morgan » lunedì 2 luglio 2012, 14:34

Come al solito ribadisco la mia totale indifferenza a commentare il live in modo tecnico e pertinente. I più... i meno... Il "Regolamento" (cos'è?)... Il cibo... I piggì e i pienneggggì... il caldo... il "beggggraund" (a proposito, cos'è?)... i microlive, gli pseudolive, i live personalizzati e quelli spersonalizzati...
Onestamente non me ne fotte una sega. E' più tedioso di ascoltare una conferenza di 4 ore senza capo ne coda con relatori (non tutti a dire il vero) che parlavano a caso con l'unico fine neanche troppo nascosto di macellare lo scroto (e le ovaie suppongo) del prossimo per sfinimento.
Ma parliamo di cose serie, perchè mettersi a fare le pulci al vostro lavoro coi "mi piace" e i "non mi piace" serio non è (tanto se piace si partecipa se non piace si sta a casa), perchè se ho deciso di postare evidentemente qualcosa di importante (per me) da dire ce l'ho. Volevo rivolgere un appello (condito da minacce assortite) a quei merdaioli della Loggia che hanno avuto la pessima idea di rapirmi quel mentecatto di Livio:
Vi consiglio caldamente di restituirmelo con tutti i pezzi coi quali ve lo siete preso. Probabilmente il suo portamento fiero e virile ha nascosto ai vostri occhi di dementi i limiti del suo intelletto e avete bellamente ignorato i miei avvertimenti di non rapirlo perchè Livio è gravemente malato e bisognoso di tutte le mie cure e della mia assistenza. Livio è un ragazzo particolare e va trattato con tutti i riguardi:
Livio ha paura dell'Uomo Nero, dei ragni, della Mortesecca, dei rimproveri immotivati e dei luoghi bui.
A Livio non piacciono le persone che parlano troppo di cose incomprensibili, delle regole di buona creanza e degli eccessivi formalismi.
A Livio piace tanto pescare e piacciono tutti i pesci: le "Cappe", i Cavedani, il Pesce gatto "che fa miao", il pesce topo "che mangia il formaggio", il pesce cane "che mangia il pesce gatto", il pesce maiale "di cui un si butta nulla", il pesce martello, il pesce sega, il pesce cacciavite, il pesce chiave e, soprattutto, è molto affascinato dai rarissimi pesce Elefante e pesce Giraffa e gli ho promesso di portarlo presto a pescarli sulle rive dello Zambesi.
A Livio piace tanto giocare a nascondino ed è veramente bravo. Talmente bravo che spesso si perde e ci vogliono ore per ritrovarlo.
A Livio piace moltissimo bere alcool e diventa depresso quando non beve.
A Livio piace moltissimo fumare come un turco e diventa nervoso quando non fuma.
A Livio piace moltissimo assumere gli psicofarmaci del Dottoppini e diventa catatonico quando non li assume.
A Livio piace organizzare gli scherzi col Dottoppini e al Dottoppini piace organizzare gli scherzi con Livio. Meglio ancora se sono scherzi imprevedibilii e diffondono il Caos.
A Livio non piace l'ipocrisia, la menzogna, la violenza e l'avidità. Dunque non gli piacete neppure voi, brutti pezzi di mota della Loggia.
Livio ha bisogno di cure, assistenza, farmaci e del Dottoppini come un pesce ha bisogno dell'acqua per vivere.
Io so di cosa ha bisogno Livio e sto venendo da lui per fornirglielo. Non verrò da solo e non verrò con cortesia ed educazione. Farò quel che andrà fatto e non vi piacerà granchè temo.
Fino ad allora trattatelo con tutti i riguardi e seguite il consiglio che già vi ho dato di restituirmelo con tutti i pezzi coi quali ve lo siete preso. Altrimenti mi incazzo sul serio. E divento cattivo.
Dottoppini.
Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella di un tegame di merda. Nella Stiva.
Pane, 500 gr. Veleno, 600 gr.
A me il Grande Antico me lo puppa.
"Atleta di Gristo".

Avatar utente
moukass
Gran Maestro
Gran Maestro
Messaggi: 1053

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da moukass » lunedì 2 luglio 2012, 15:02

Grande NOCI :yo: :yo: :yo: :yo: :yo: :yo: :yo: :yo: :yo: :yo:

lo spirito è quello giusto !!

OVVIAMENTE INTESO COME " ANDIAMO A FARGLI IL CULO A QUELLA SETTA DI MERDA"

Avatar utente
Daermon
Adepto
Adepto
Messaggi: 102

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Daermon » lunedì 2 luglio 2012, 15:18

Un live particolare, fatto di una insolita quotidianità, uno spaccato di potenziale giornata tipo di quegli anni, ovvero quel che non ti aspetti da un live del Richiamo di Cthulhu. E poi la svolta, la doccia fredda che sveglia tutti gli addormentati e li scaraventa nella frenesia caricandoli di una gran voglia di live che andrà sopportata per qualche mese.
Personalmente ho apprezzato entrambe le fasi, la prima necessaria per godersi la seconda. L'ambiente della conferenza con rinfresco e cena è stato ricreato in maniera eccellente, un grande plauso a chi ha letteralmente lavorato un'intera giornata nei panni del png (porini, vi ho sempre nel cuore!). Png vivi, realistici, a 360°. Menzione particolare a mio avviso per Phil, lo stato d'animo in continua evoluzione del suo png si percepiva in maniera netta e palpabile, interpretazione da manuale, e per Samuele: non è facile fare il ruolo di chi verrà inevitabilmente braccato da 30 persone affamate d'informazioni, è secondo me riuscito a miscelare la giusta dose di "non sono affari miei e nemmeno vostri" a "mi sembra giusto dirvi qualcosa di più".
Mi sono piaciuti molto i pg relatori: non è facile vestire così bene un ruolo simile, bravi tutti. Medaglia al valore va al discorso sulle sedute spiritiche, la svolta d'impostazione che ci ha tenuto tutti svegli, grazie!

Mi permetto di fare un appunto ai pg, che in realtà è più che altro una mia sensazione: mi sembra che alle volte si sia avidi di gioco proprio piuttosto che condiviso, e non parlo di cercare vantaggi personali per il proprio pg, cosa perfettamente comprensibile. Faccio un esempio su tutti: la coppia Livio - Dottopini fa tantissimo gioco a tutti, molto più agli altri che a loro stessi il più delle volte. Non arrivando necessariamente a quei livelli, che ritengo da oscar per entrambi, mi sembra che si tenda poco ad offrire spunti e un po di più a cercarne. Mi ci metto in mezzo anch'io eh e non ne faccio una colpa a nessuno. Mi piacerebbe solo vedere più debolezze e meno punti di forza, ma probabilmente questa cosa salterà fuori con le circostanze avverse e nemmeno tra troppo tempo.
Paradossalmente trovo che i pg nuovi non rientrino per forza nella categoria qui sopra, anzi: Carmen, Italo e Sibilla (per fare degli esempi) li ho trovati tutti molto particolareggiati e caratterizzati.

Ancora una volta supito dalla quantità di lavoro di cui vi caricate per offrirci altre tre strade percorribili, tutte affascinanti a modo loro. Rimango col fiato sospeso riguardo l'effettiva ripartizione di pg nelle tre opzioni, mi piacerebbe sviscerare la cosa in riunione post live dopo che i custodi ne avranno parlato tra loro. A proposito, quando ci si trova? Daidai, non fare passare troppo tempo mi raccomando! :cheers:
Ultima cosa ma doverosa: complimenti vivissimi alla cambusa! La cena era ottima, vi siete davvero superati! Avete persino raccolto il si dell'Uomo del Monte (sto ancora ridendo Tartani, favoloso!)

Ps: Dottopini, vi siete dimenticato del Pesce Pesce :asd:

Avatar utente
Mynold
Adepto
Adepto
Messaggi: 117
Località: Bologna

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Mynold » lunedì 2 luglio 2012, 15:49

Orbene, a memoria calda e corpo rinfrescato da un beneamato ventilatore mi accingo a scrivere un po' riguardo al più recente evento Chiavatutto.

Un grazie innanzitutto al Trizio per l'intro al Live...quella lettera è stata fenomenale, mi fremevano letteralmente le mani per l'attesa...soprattutto quando è sopraggiunto Samuele, nelle vesti di messer Andreoli, annunciando: "Mi manda il Dottor Armitage", stavo per avere un mancamento...e non per colpa del caldo.

Un altro ringraziamento al servizio di catering del Chiavatutto...come sempre siete incredibili. Grazie per la citazione Pollo al Curry e Cous Cous, ma sopratutto grazie per l'infinita quantità di bevande...senza non ce la si sarebbe fatta.

Sono andato in brodo di giuggiole per la sequenza finale dell'irruzione...davvero in pieno stile CoC, sentire la paura pur essendo armati...davvero ben fatto!

Di una noia mortale le conferenze prima della cena...ma ci stava anche quello...in fondo chi di noi era lì per quelle?
- Un ringraziamento speciale a Taurisano ed al suo simposio sugli archetipi...mi sono sentito un po' in università ma mi sono divertito da matti.
- Un'avvertimento ai Custodi...non fate mai più parlare Alessandro Zanella su un podio...ho davvero fatto una fatica mostruosa a stare serio...

Altri complimenti per il finale quadriforme...notevole...ma con un piccolo appunto: non c'era una possibilità "passe-par-tout".
Mi spiego meglio, avevamo:
1 - I Rapiti
2 - Il gruppo d'assalto
3 - Il gruppo cattolico in cerca di info con il prete
4 - Il gruppo occulto

Vasta gamma di scelta, non fraintendetemi, ma ho notato che molti personaggi, si sono trovati in condizione di non sapere dove andare...ripiegando per il gruppo occulto (nonostante la presupposta elitarietà della faccenda), con la scusa "non so sparare e non mi interessano le chiese".
Immagino che nelle vostre intenzioni il "Gruppo Chiesa" fosse quello più neutro, ma ho impressione che molti l'abbiano frainteso per qualcosa di diverso, ripiegando sulle ricerche occulte, una scelta che da come era stata presentata doveva essere riservata unicamente a coloro che ne possedevano conoscenze ed erano disposti a sporcarsi le mani.

Concordo poi con il D'Urso a dire: occhio agli accessori. Ho notato un paio di cose che mi hanno un po' infastidito lì per lì.

In conclusione:
Sono rimasto estremamente soddisfatto dal Live.
Non vedo l'ora che si parta con il prossimo.

Bravi Tutti. :clap: :clap: :clap:
Al Secolo, Beniamino Pace il Veterinario più sfortunato della storia!!
ORA DISPONIBILE ANCHE NEL PRATICO FORMATO ZOMBIE!!!

Nonché Luca Loiani: il detective con la passione per l'occulto e le prese d'aria nel petto!!

Avatar utente
VeraLun
Accolito
Accolito
Messaggi: 66
Località: Firenze

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da VeraLun » lunedì 2 luglio 2012, 16:15

Orbene, accidenti!
Ora ho talmente tanto un bel sapore in bocca per questo live che mi è difficile criticarvi alcune cose, ma siccome SO che sono troppo positivista vi dico, uscendo un po' dal coro, cosa per me non è andato, ed in seguito via alle sbrodate!

La conferenza è stata una bella idea, ma è stata pallosa. E' inutile girarci intorno, era proprio pallosa.
Personalmente sono contentissima di conoscere meglio Freud e Jung e chialtri, ma non vengo al live per questo.
Ci sarebbero stati modi migliori per far svolgere la questione, e faccio un paio di esempi:
- pianificati 7 relatori, ma poi parlano solo in 2 e arrivano i cattivi
- conferenza MOLTO interattiva, coinvolgente. Con dimostrazioni.
Non credo sarebbe cambiato nulla se aveste trasformato (come ha perfettamente dimostrato l'ultimo relatore) la discussione in qualcosa di più coinvolgente. Marta tesoro mio, TUTTI volevano che ipnotizzassi qualcuno!!!!
Perché non lo hai fatto??? PERCHEEEEEE???? :D . Bastava davvero poco. Bastava parlare in piedi (come grazie al cielo qualcuno ha fatto), bastava coinvolgere il pubblico.
- (e di questo non so se ci avete già pensato o meno) far trattare di argomenti meno generici ma che saranno profondamente inerenti sui prossimi live. Come delle lezioni involontarie per risolvere i futuri enigmi e dubbi.
Parlando di cose ancora più particolari e meno accademiche avreste comunque attirato più attenzione.

Personalmente ritengo che sei ore di conferenze e un'ora di effettiva azione non siano un bilanciamento adeguato. Abbiate pazienza ma come sempre preferisco essere critica. Secondo me si annoiavano pure alcuni custodi eheheeheheh..

Ultima nota negativa: mi accodo alla sofferenza per la mancanza di sedie.


Per quanto riguarda il positivo:
-il posto FANTASTICO
- i png, belli belli belli vivi vivi vivi!!!! Siete parte del gioco! Siete fighissimi!
In particolare quando il Magno mi raccontava il sogno collettivo ero talmente coipita dal fatto che il suo png lo avesse vissuto (e anche la bisca) che continuavo a pensare " ma il Magno è un custode, vero? O a questo live sta facendo il pg?" ..Ovviamente è un custode, ma che figo avere un custode che gioca con noi e si mimetizza perfettamente!!! (E poi bravissimo ad interpretare!!!!)
- LA CENA. DIVINA. VI AMO. MILLE STELLE!!!
-gli altri pg, anche e sopratutto i nuovi: siete molto bravi e ho giocato molto bene con tutti, davvero.
-irruzione dei cattivi! quanto m'è garbata!!!!! finalmente!
ma per rispondere a qualcuno che ha ipotizzato "se prima non si era annoiati non avrebbe fatto scalpore" dico assolutamente no. Per come vanno di solito i live avrebbe fatto più scalpore all'inizio. Alle una di notte tutti si aspettavano succedesse finalmente qualcosa! Se non sapevate proprio proprio che fare dalle 5 alle una di notte, è brutto dirlo, ma forse bisognava iniziare + tardi :P
da lì in poi grande decollo del live! Talmente bello e intrigante che mi sono quasi dimenticata della perdita di tempo dell'inizio!
-E' FANTASTICO che stiate facendo altri minilive separati. Lo trovo geniale!
Non vedo l'ora!!!!

Bravi custodi! Ci fate vivere un film! Ricordatevi però di tagliare le scene di troppo!!
Immagine

Avatar utente
Defrel
Admin
Admin
Messaggi: 631
Località: Calenzano

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Defrel » lunedì 2 luglio 2012, 16:26

Clavisomni stavolta ha deciso di dare tanto, e i personaggi hanno risposto all'unisono, ricambiando il favore.
E' stata una grossa, grossissima occasione per giocare di ruolo come si deve. Per far vivere, soprattutto ai nuovi e vecchi pg, l'atmosfera di un 1933 diviso tra le pesanti imposizioni dittatoriali e un'alta società radunata in campagna lontana dai problemi del paese "reale".
Già questo è bastato a farmi amare il live. Un gruppo di persone riunite in un posto sperduto a conferire sulla mentalità umana, intenti a discuterne i misteri e molti riuniti per sapere "qualcosa di più". Una rivelazione di cui molti sentivano il bisogno, molti erano venuti a vedersi chiarire un dubbio e invece si sono visti la vita irrimediabilmente compromessa.

E' stato un live stancante al massimo sia sul piano fisico che sul piano "ruolistico". Sul piano fisico è facile intuire il perché: fuori c'era un caldo torrido, qualcosa che m'aspettavo di lasciare a Firenze e invece ho ritrovato anche lassù (complici giacca, cravatta e panciotto). Fortuna ha voluto che le bollicine, l'acqua, la brodaglia primordiale rossa e infine il tè alla menta coi datteri (OHHH AAAH!) abbiano dato un aiutino a rinfrescarmi...ma veniamo a noi.

Sul piano del GdR è stata una sfida non tanto per il fatto di interpretare l'ormai beneamato (e un po' fuso) Sargentoni, quanto per aver fatto quel salto di qualità che ti fa vivere veramente la professione del pg. Lo provo a dire in modo semplice: se agli scorsi live mi sono sentito un pg di Call of Cthulhu, in questo mi sono sentito anche uno psicologo, e tutto ciò è stato fottutamente, maledettamente, bello.
Soprattutto uno psicologo tenuto a confrontarsi non solo con le invidie/visioni dei colleghi, ma anche con una platea di ascoltatori più o meno interessati.

Come sempre, il live ha avuto un impatto visivo che aveva dell'impressionante.
Vedere trenta persone vestite secondo la moda del tempo prendersi un aperitivo tutte insieme fa sempre piacere. Soprattutto ho anche notato - positivamente - uno sforzarsi collettivo da parte di tutti nell'avere un comportamento quantomeno consono a quei tempi.
Grandi ragazzi, davvero: bravissimi tutti. PG e PNG perché senza ambientazione del gioco ci si gode la metà.

Vedere quelle stesse trenta persone in terra con un mitra, un fucile e tre pistole puntate alla testa aveva ugualmente un impatto grossissimo. Credo che tutti si aspettassero una seduta spiritica con evento paranormale annesso, ma nessuno si aspettava un'irruzione armata nella Villa affittata dal buon Ventisette.

Ed ecco che chi era insieme viene separato. Le coppie "scoppiano" per forza di cose (un fucile puntato ed un sacco nero sulla testa) e quei pg divisi adesso devono unirsi al fine di cercare di "capire di più". La forza di Clavisomni, ho sempre sostenuto, sta nella drammaticità delle situazioni che i personaggi si trovano a vivere. Dopo questo live devo dire che non c'è niente di più vero.

Veniamo ai voti!

+++ - Al Signor Zorro, tornato in grande spolvero in veste di PG. Era ora, maremma cignala. Soprattutto vederti giocare è una fonte di godereccio.
+++ - A Sara in arte Sibilla, per aver dato vita a un personaggio di cui, davvero, il mio non poteva fare a meno.
+++ - Ai "compagni di sogno" ritrovati e allucinati, in procinto di scoprire che la realtà riserva forse cose peggiori.
+++ - Ai nuovi personaggi: bravi ragazzi, vi siete buttati sempre in gioco e l'avete fatto benissimo!
+++ - All'atmosfera della conferenza. Tutti attendevamo con ansia il momento dell'intervento sull'inconscio collettivo.
+++ - Alla Marta e al suo vestiario: davvero, complimenti vivissimi.
+++ - (reiterate volte) al momento dell'irruzione in casa e ciò che è successo dopo.
+++ - Al Madioni con la Luger

++++++++++++++++++ - Al cacaccio che avete messo addosso ai giocatori. La voglia insaziabile di sapere "come andranno le cose" (male, che cazzo! C'è Cthulhu!)

Qualche meno? Massì vai:

--- - Alla mancanza di PNG schiavi. Qualcuno a fare il vento con una foglia di palma sarebbe stato un toccasana.
--- - Al tappo rosso sulla canna del fucile del rapitore. Il Thompson e la Luger erano favolosi, quello sembrava invece il regalo che un nonno fa al nipote pestifero presso il tabacchino...

Basta così! Sono soddisfatto. Sargentoni sta sclerando senza la sua segretaria/aggancio con la realtà e sono fiduciosissimo per i live futuri. C'avete rapito ancora un'altra volta e messi in fila nello scivolo che va diritto diritto verso l'azzeramento della sanità mentale e quello dei punti vita. Come si fa a non amarvi?

Dimentico niente? Ah sì! SHCOPARRRRRRR
"Dio è morto, Marx è morto e io non mi sento tanto bene..." - Woody Allen

Avatar utente
Furio Rombanti
Adepto
Adepto
Messaggi: 154

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Furio Rombanti » lunedì 2 luglio 2012, 17:42

Salve a tutti!
Complimenti al clavisomni per il live! Ben strutturato per far sentire i pg del primo live a loro agio col tema sogno collettivo, rendendoli disponibili a parlarne con nuovi pg all'ignaro degli eventi precedenti (cosa mai vista nella campagna precedente in cui bisognava minacciare i pg per avere dettagli)
Una sola postilla già accennata dalla ziffer, avrei reso le conferenze più dinamiche, magari inserendo qualche elemento disturbante come un'ipnosi "andata male" o un rituale accennato che prende una brutta piega.
Sarebbe stata abbastanza semplice da organizzare e avrebbe dato di che parlare per tutta la prima parte del live, introducendo un pochino l'occulto magari... Capisco perfettamente che la mole di lavoro dietro questo live non abbia comunque permesso di fare tutto quanto fosse in programma.

Proprio in tema d'occulto vorrei sollevare un MENO GRANDE COSI' A TUTTI I PLAYER.
Mi dispiace, ma se sei persone vengono rapite e, dopo un minuto, arriva uno sconosciuto che dice "non chiamate la polizia, non vi dirò perchè ma faranno un sacrificio e ci saranno dei sigilli che faranno cose pazzesche" un giocatore degno di questo nome fa almeno finta di essere scettico.
Non è davvero possibile che, al primo cenno di occulto, trenta persone pendano dalle labbra di un passante, zittendo chiunque provi a farli riflettere sul fatto che questa persona sta parlando di magie e apocalissi vari.
È la morte di questo gioco.
So che tutti giochiamo a CoC nella trepidante attesa di un'evocazione o chissà cosa, ma non è davvero questo il modo di ruolare il primo contatto coi miti.
Non c'è stato nè stupore, nè incredulità, nè paura... Sugli occhi di tutti ho letto solo "finalmente".


L'altro grosso meno va a me, troppo timido per urlare in gioco il mio pensiero appena esposto, cercando di scuotere gli altri giocatori.

Comunque, caldapparte, gran live (soprattutto GRAN CENA)
"Velocità! Pura e nuova velocità!"

Enrico Cardetti AKA Furio Rombanti
-Rumorista e pittore futurista

Avatar utente
Ugo
Neofita
Neofita
Messaggi: 2

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Ugo » lunedì 2 luglio 2012, 18:06

Credo che sia il primo commento post Live, il secondo messaggio che scrivo in 10 (?) anni di Clavisomni (l'altro messaggio riguardava la perdita di una giacca marrone).

Il live che ha vissuto Livio è stato certamente diverso da quello di chiunque altro presente...
Livio si è annoiato a morte durante la conferenza, perchè il sabato è dedicato alla gita "fuori porta" con il Dottoppini, ma questo, ultimamente, lo sta accompagnando in posti "barbosi" dove ci sono solo persone che parlano tanto e di niente, o almeno di cose che Livio non capisce che sono appunto equivalenti al niente.

Livio durante la conferenza: ha annuito, è stato composto, non ha interotto le discussioni, ha fatto domande al Dottoppini quando non capiva qualcosa (il che equivale a dire tre domande ogni 5 secondi), poi dopo il primo intervento si è annoiato e ha cominciato a dormire, contare le travi, i travetti e le pianelle del soffitto, ha seguito come un segugio le fughe delle mattonelle di cotto del pavimento, perdendosi in quella labirintica geometria, si è addormentato e si è sdraiato praticamente in terra mentre illustri "dottori" (era pieno di dottori quel posto) parlavano di niente, è stato richiamato da persone dietro di lui, accanto a lui, da "baffetto" (l'inserviente Trizio) il quale è scampato per miracolo dall'essere innaffiato da una brocca di "acqua tinta" ( il carcadè)...

Livio durante le pause ha cercato compagni per giocare a nascondino, e solo durante l'ennesimo intervento del "dottore" di turno (ovvero il "Signorsottuttoio" alias Taurisano) è riuscito a fare due tornate del giuoco in questione vincendo entrambe le volte contro la signora Magda-Magda (molti dei "dottori" presenti avevano stranamente il nome uguale al cognome.... mah?)

A cena ha mangiato bene e "doppio" e non si è sporcato, grazie ad un grande "bavaglio" trovato al centro di una grande tavola; Livio ha anche bevuto e bevuto e sudato e bevuto e sudato e bevuto e sudato.... tanto che adesso è convinto che bere fa sudare e sudare fa bere.
Livio non ha letto, ma ha capito grazie al Dottoppini il significato di "alienazione mentale": una persona triste triste, parecchio triste.
Quando ormai il buio era arrivato da tempo, e aveva già fatto le scale circa 30 volte in entrambi i sensi, si era accasciato sul divano del piano terra (c'era solo quello) e ad un tratto sono arrivati i "cauboi" e tutti si sono sdraiati per vederli meglio. Ma questi urlavano e Livio aveva paura che ce l'avessero con lui perchè voleva annaffiare la giacca bianca di "baffetto" e così ha iniziato a chiamare il Dottoppini, ma lui non rispondeva e il "Signorsotuttoio", che era accanto a Livio, gli diceva che doveva chiudere gli occhi e fare finta di dormire e la "Signora inserviente che non lavora in quella casa" (alias l'Angelica) stringeva la mano di Livio tanto forte che Livio sentiva male. Poi i "cauboi" hanno preso Livio e lo spingevano e gli facevano più male loro della "Signora inserviente che non lavora in quella casa". Poi ha visto il Dottoppini che lo chiamava da sdraiato e Livio era preoccupato per il Dottoppini, perchè non aveva mai visto il Dottoppini così preoccupato. Poi qualcuno ha spento la luce e Livio ha iniziato a piangere... un pò per il buio, un pò perchè lui voleva andare a letto e poi la mattina dopo a pescare...



David invece ha vissuto un altro tipo di Live...
Utilizzo + e - per commentare (rigorosamente in ordine sparso):

+++ al Clavisomni... siete bravi, dannatamente bravi, sotto TUTTI i punti di vista!
+++ al cibo! In passato mi sono sempre lamentato per il cibo... da un pò di tempo le ose sono radicalmente cambiate in meglio, e a questo giro vi siete superati!
++ ai PG. Purtroppo come Livio non posso interagire con voi, ma è evidente che oltre a chi "gioca", ci sono alcuni giocatori che "creano gioco". Questi sono i giocatori che riescono a trascendere il personaggio,e il gioco in genere, e vivono realmente nei panni e nella mente della persona che interpretano
+++ a Zorro Taurisano... bello vederti giocare! Bravissimo durante la conferenza (peccato non avere un personaggio per poter interagire con te), hai parlato in maniera comprensibilissima di argomenti universitari... i presenti erano attentissimi e coinvolti. Mi aspetto grandi cose!
++ al Trizio "baffetto" che si ammazza di noia in un PNG di quel tipo per poi esplodere con la giusta rabbia durante il rapimento.
++++ al Dottoppini! Si perde metà live per stare dietro alle paranoie inutili di un demente... e al tempo stesso lo istiga e lo asseconda a compiere atti di follia. Senza di te Livio sarebbe perso!
+ alla Giulia che gioca a nascondino!
+ a Emilio prete che mi riiempie di schiaffetti affettuosi!
+ al medium durante la conferenza, bell'intervento!
+++ all'irruzione finale. Finalmente un pò d'azione!
+ alla tempistica e alla logistica.
+ al "Signor Monti" che dice sì all'ananas!
++++ al Live a bivi... geniale quanto deleterio per la sanitas mentis dei Custodi...

Un solo "meno" ai fiumi di parole della conferenza... noiosi per chiunque. Magari, come dice l'Angelica, qualche intervento "pratico" avrebbe smorzato l'effetto soporifero del mix caldo/blablabla.

Bravillaiv!

Avatar utente
Trizio
Gran Maestro
Gran Maestro
Messaggi: 2733
Località: Prato
Contatta:

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Trizio » martedì 3 luglio 2012, 15:39

Rispondo con considerazioni personali principalmente al post di Angelica.

___________
La conferenza è stata una bella idea, ma è stata pallosa. E' inutile girarci intorno, era proprio pallosa. Personalmente sono contentissima di conoscere meglio Freud e Jung e chialtri, ma non vengo al live per questo.
_______________

La conferenza era stata pensata per essere anche noiosa, ma non pallosa. Di contro voglio dirti senza girarci intorno, che se non fosse stato così caldo sarebbe riuscita bene e probabilmente non sarebbero nate critiche in questo senso:

Una maggiore interazione dei personaggi con i relatori avrebbe forse tirato fuori qualcosa in più. Per quanto ho visto io (e ho visto poco) ci sono stati giri di domande di png ma non molti di pg. I vostri personaggi sono a prescindere del loro background, appassionati a determinate tematiche. Qualcuno di voi poteva infatti entrare nel mezzo della scena di un relatore e riportare l’attenzione di tutto sulla cosa straordinaria che ha vissuto, perché un sogno collettivo di 17 persone non è una cosa ordinaria, e ad un evento del genere se ne poteva parlare molto di più e con i registri più disparati: quello che sbrocca, quello che si incazza, quello disperato, quello analitico. Dal canto nostro ci impegniamo per creare una struttura il più verosimile possibile, ma il gioco è costruito da tutti. Soprattutto in eventi così brevi lo spirito di iniziativa e la volontà di mettersi in gioco sono fondamentali.

C’è da dire anche che chi ha partecipato al sogno aveva più motivi per seguire la conferenza ed interessarsi rispetto ai nuovi personaggi, ma era tutto un grande trampolino per farsi “i caxxi degli altri”…

_________________
Ci sarebbero stati modi migliori per far svolgere la questione, e faccio un paio di esempi:
- pianificati 7 relatori, ma poi parlano solo in 2 e arrivano i cattivi
- conferenza MOLTO interattiva, coinvolgente. Con dimostrazioni.
Non credo sarebbe cambiato nulla se aveste trasformato (come ha perfettamente dimostrato l'ultimo relatore) la discussione in qualcosa di più coinvolgente. Marta tesoro mio, TUTTI volevano che ipnotizzassi qualcuno!!!!
___________________

Sicuramente ci sarebbero sati modi migliori, ed è ciò che ci prefiggiamo di fare ogni volta, ma vanno considerati alcuni fattori:
La complessità e ricchezza di un evento è direttamente proporzionale al tempo che hai per farlo, e anche a cosa ti interessa di raccontare ai fini della campagna, poi, pensiamo sempre in fase di realizzazione, che diventa sempre più complicato per i PG partecipare ad un live, per impegno, costi e sbattimento, quindi si cerca sempre (negli eventi brevi) di farli durare un po’ di più, quindi mettiamo molta carne al fuoco (che in questo caso erano più relatori)
Col senno di poi posso dire che 2 relatori in meno (uno prima e uno dopo cena) avrebbero snellito di più, considerando anche il caldo, ma non si possono far muovere 50 persone con tutto il carrozzone che ne consegue per sole 2 ore. Serve un compromesso. Considera anche che avendo 4 PG relatori o togli gioco a loro o rimuovi i PNG, creando dei tempi di scaletta troppo relativi, e quindi devi essere pronto sempre con tutto, e ciò non è possibile a meno di avere 20 png ogni live e uno stipendio fisso Clavisomni srl.

Sull’interattività della conferenza sono posso essere d’accordo e infatti erano stati pianificati (e poi rimossi) alcuni espedienti. Erano interventi dei png al fine di smuovere i PG su qualcosa di pratico da fare, ma sono stati tagliati perché si pensava allungassero troppo una parte che ci sembra già lunga. Ricordatevi comunque sempre che non siete spettatori, e che il gioco si guarda e si crea. Ai PNG era stato detto di intervenire sui relatori qualora gli interventi fossero stati più corti del previsto e ad altri era stato detto di fare gioco nelle pause idriche.

La relazione in piedi, era stata pensata così, ma parlare 20/30 minuti di cose che non si conoscono richiede una buona preparazione e degli appunti da seguire, ragazzi fare un intervento del genere non è semplice, ma era lasciato libero, chi non voleva stava a sedere.

______________
Perché non lo hai fatto??? PERCHEEEEEE???? . Bastava davvero poco. Bastava parlare in piedi (come grazie al cielo qualcuno ha fatto), bastava coinvolgere il pubblico.
- (e di questo non so se ci avete già pensato o meno) far trattare di argomenti meno generici ma che saranno profondamente inerenti sui prossimi live. Come delle lezioni involontarie per risolvere i futuri enigmi e dubbi.
Parlando di cose ancora più particolari e meno accademiche avreste comunque attirato più attenzione.
______________

4 su 6 erano PG e dei Custodi 1 su 2 erano in piedi, doveva essere lasciata libertà di scelta.
Se i PNG facessero esattamente ciò che ci si aspetta da loro, sarebbe tutto molto telefonato e faceto. La seconda è una critica a senso unico perché è evidente che non possiamo rispondere. I pg che erano agli eventi precedenti erano più interessati a certe cose di altri… è possibile che ai prossimi live vi vengano in mente domande che avreste voluto fare alla conferenza per esempio. Ma chi lo può sapere?

________________
Personalmente ritengo che sei ore di conferenze e un'ora di effettiva azione non siano un bilanciamento adeguato. Abbiate pazienza ma come sempre preferisco essere critica. Secondo me si annoiavano pure alcuni custodi eheheeheheh..

Ultima nota negativa: mi accodo alla sofferenza per la mancanza di sedie.
________________

Non erano sei ore di conferenza. La conferenza è durata l’esatta metà nel mezzo c’erano delle pause, ma non di gioco per ripigliarsi dal caldo, erano pause da sfruttare per discutere sull’intervento, e interagire con gli altri. C’erano cose da scoprire e non so se le avete scoperte tutte (mi informerò) c’era una cosa molto importante che avreste potuto scoprire e fare e che non è stata scoperta o fatta.

Per le sedie è stata una scelta stilistica. Si preferiva avervi in piedi che a sedere su delle anacronistiche sedie in plastica verde da giardino. E fuori non era agibile per il live. Io ripeterei la scelta fatta.

_________________

-irruzione dei cattivi! quanto m'è garbata!!!!! finalmente!
ma per rispondere a qualcuno che ha ipotizzato "se prima non si era annoiati non avrebbe fatto scalpore" dico assolutamente no. Per come vanno di solito i live avrebbe fatto più scalpore all'inizio. Alle una di notte tutti si aspettavano succedesse finalmente qualcosa! Se non sapevate proprio proprio che fare dalle 5 alle una di notte, è brutto dirlo, ma forse bisognava iniziare + tardi
_________________

Questo commento invece sinceramente mi sembra un po’ eccessivo ed antipatico, perché quello che c’era al live era quello, sapevamo benissimo che ci sarebbe stato un evento del genere, prima dell’epilogo “cattivi sparoni” e c’erano delle investigazioni da fare (tra l’altro).
Ok il troppo lungo e il qualcosa si poteva tagliare, ma ribadisco, se non fosse stato caldo, non si sarebbe percepito così, da li a dire “se non sapevate cosa fare“ ce ne’ corre. Si sapeva dai microlive cosa volevamo fare, ci siamo documentati, abbiamo impiegato molto tempo e risorse per fare un minilive in un mese. Sapevamo benissimo cosa fare.
Prova a buttarti di più con il tuo PG e vedrai che ti annoi meno, anche in eventi del genere.


Una piccola critica che mi sento di fare un po’ a tutti, vista la mia parte di cameriere l’ho potuto notare meglio. Cerchiamo di non dimenticarci che non è un catering vero quello del live, e che quindi magari il bicchiere se me lo porto un pochino più con me magari è meglio. S’aveva 90 bicchieri e non si riparava a lavarli vu eravate 50. Prestateci più attenzione…
Il sentimento più forte e più antico dell' animo umano è la paura,
e la paura più grande è quella dell' ignoto


- Howard Phillips Lovecraft -

Avatar utente
Frizzino
Adepto
Adepto
Messaggi: 112

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Frizzino » mercoledì 4 luglio 2012, 0:41

"-Aspetti, aspetti... Le faccio risparmiare un bicchiere...
Il Dottor Luca Americo Rossi Bravi porse il bicchiere al simpatico quanto incredulo cameriere dai baffetti neri.
'Facessero tutti come il signore pelato, forse in cucina chiuderemmo un po' prima...', avrà pensato."

La densità dell'attesa, immersi nella splendida campagna del Mugello, è uno dei punti più gustosi dell'esperienza ludica di un all-round player che sia dotato di una capacità di emozionarsi degna di rispetto.
L'impatto con le scelte delle location è notevole, quando si ha a che fare con questi Signori. La tensione è palpabile, l'ambiente ti fa capire che "sto andando a fare qualcosa di importante". Il profumo di evento, esame, passo fondamentale che si sta per compiere è nell'aria, e non si può fare a meno di notare giocatori nuovi che si preoccupano di esser a posto, che non riescono a rilassarsi fino in fondo (come peraltro è giusto che sia...), che si girano intorno e avvertono che i parametri esistenziali, nelle prossime ore, muteranno radicalmente.
Ormai non mi considero più di primo pelo, per quanto riguarda la mia esperienza ludica di vita, e pure con Clavisomni annovero alcuni live, ormai; conosco il godurioso rituale di consegna delle schede, di ingresso "allaiv", di appropinquamento alla nuova ma antica dimensione; eppure è come se stessi per dare quell'ultimo esame, ogni volta, senza aver poi studiato così bene...
Questo, per chi ancora non lo avesse capito, o per gli amanti delle statistiche come me (nonostante in questa sede le vada a mettere stranamente da parte), è un bel "più".

Quando mi dicono: "Ah, vi danno pure da mangiare...?", rispondo sempre "E non solo...".
Siete recidivi: due volte che mi somministrate del cibo, due volte che godo come un cammello all'oasi dopo 15 giorni di dune e sole. Non che a casa non mi diano da mangiare (e temo che si inizi pure a notare, che me lo danno, oh se me lo danno...), ma questo "dettaglio", che va a toccare uno degli istinti primordiali dell'animo umano, fa davvero la differenza. La differenza la fanno i dettagli, e raccontare come un sedicente sedicenne nerdoso che "sì, cazzo quanto mi sono divertito, non ho nemmeno cenato perchè tanto giocavo ero distratto evvai dai quando si rifà cazzo spero presto così perdo altri du' chili anche se mi mà un sarà tanto contenta" non deporrebbe in favore di una pubblicità positiva. Fortunatamente qui si rischia l'ingrasso. Forse alla fine verremo sacrificati tutti ad una divinità ghiotta di vittime sacrificali belle pasciute. Alè.

Ho preso appunti dall'inizio alla fine. Ho maledetto la stilografica peraltro generosamente regalatami da Arturo per ringraziarmi di averlo accompagnato, perchè si inceppava un po' troppo spesso. Francamente la conferenza mattone mi attirava incredibilmente, e provavo piacere a scrivere di nozioni peraltro veritiere, ben esposte, non plasmate o distorte in nome di una distopia finalizzata al gioco. Jung e Freud la pensavano davvero così.
Mi sono detto: "Cazzo: è così che mi aspetto una conferenza del genere...". Mi son pure detto: "Cazzo, voglio sforzarmi di muovermi tra le pieghe delle parole.". Forse non ci sono riuscito completamente, anche se certe informazioni sono trapelate ovunque, forse già prima dell'inizio vero e proprio delle relazioni, come voci di corridoio.
Del resto il mio personaggio è uno studioso, è un medico, ed è un medico non esperto di psicologia, quindi, per adiacenza ma non sovrapposizione di materie, ne risultava letteralmente incuriosito, affascinato, predisposto.
Per non parlare, poi, da che esperienze proveniva...

Allora non sono il solo. Se giocatori da molto più tempo di me presenti in Clavisomni scambiano PG con Custodi e viceversa, beh, mi sento sollevato. Trovo sia, a dire il vero, una chicca, per me personalmente, non distinguere a priori "staff" da "utenti finali", e non perchè aggiunga una cosa da scoprire: non esistono in un mondo reale PG, PNG e Keepers, bensì personaggi di carne e ossa che vanno trattati alla stessa maniera, e cioè in base a come ci troviamo a interagire con loro. Certo è che fa curioso scoprire a fine live che, la persona che vedevo sola soletta in disparte, e che provavo a "inserire" per farle rompere il ghiacchio, era un Custode...
Parlo di Arianna: per diversi minuti l'ho vista da sè, ed io, pensando ad un nuovo PG, tra l'altro, ho pensato bene di farle accoglienza, per metterla a suo agio. Ora rotolatevi pure tutti dalle risate.

Non è facile, con le mani legate dietro la schiena, accovacciarsi dentro ad un furgone (ero incappucciato... sarà stato un furgone, vero?)
Quando ho sentito scoppiare la confusione, ero francamente semi addormentato. Ho avuto un moto di stizza e di... strizza. Ho cercato di mantenere la calma, del resto con un mitra puntato alla cervice si fa presto a restare calmi! I miei effetti personali dispersi per la casa, la mia giacca al piano di sopra, i miei appunti mollati lì per terra proprio pochi istanti prima del rapimento. E' stato atroce quanto perfetto. Caustico.

Che dire, Signori... Ogni volta che penso alla scoperta che ho fatto scaraventandomi nel vostro mondo (che, diciamoci la verità, era anche un po' mio, sebbene non in questo modo), sollevo il labbro inferiore mimando un'espressione di stupore.
L'organizzazione è PROFESSIONALE. Ok, è cosa più unica che rara, e già di per sè è un fatto eccezionale al quale non mi potrò mai assuefare; è il parco giocatori che mi fa sbalordire ancora di più: esser bravi a organizzare ma avere a che fare con gente sbagliata è un volo (con sfracello finale), qui invece è come esser ad una discoteca in Versilia. Selezione all'ingresso, tutti ben vestiti (apro parentesi: mi riprometto di migliorare il mio vestiario, anche se, per il prossimo live sono ... obbligato e sapete il perchè!) bella gente, e molto, molto competente. C'è dello spessore.

Una menzione di merito a Camilla (Irene): anche se io non lo avessi dovuto sapere, per forza di cose a fine live mi hai evitato di battere tutti i pavimenti (ampi...) dell'agriturismo dicendomi che hai recuperato stilo e appunti.
Molto brava e pronta di riflessi!

Voglio dare un ultimo "più" per una scelta molto oculata (o forse fortunata?): c'erano gli Europei di Calcio di mezzo ma, nè la birrata a Travalle, nè il live stesso, sono caduti su eventi irrinunciabili. Meglio di così...

Un meno lo voglio dare ma, come mi piace fare di solito, mi metto io in gioco per primo.
Lo appioppo a me e a chi si ritroverà in queste mie stesse parole: una maggiore vena polemica, azione di rottura, un cercare la bagarre (come ho inizialmente fatto con don Stefano-Potenza) avrebbero portato un pizzico di personalità in più alla serata, e forse anche qualche... conoscenza in più.

Un altro meno, dai, ma con riserva in attesa di risposta: il caffè non lo avete servito per farci arrivare molto "low" al momento del rapimento?

Se è così, beh, non prendete nemmeno questo...
Aurelio Tremonti, durante i live Clavisomni, usa solo Cuoio Arfango, colonia per uomo:
"Una goccia di Cuoio Arfango, per esser lesti nella questua dei più antichi cimeli"
Arfango Italia. Dal 1902.

Avatar utente
VeraLun
Accolito
Accolito
Messaggi: 66
Località: Firenze

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da VeraLun » mercoledì 4 luglio 2012, 9:31

E' sempre difficile scrivere le critche senza che vengano lette in tono critico, magari se lo avessi detto a voce non sarebbe suonato così antipatico (o forse sì perché sono antipatica, boh!)
In ogni caso ci tengo a dire che il mio commento non era una bazookata di merda sul live, ma una semplice critica. C'è chi lo ha detto con una frase, io lo espresso più ampiamente spiegando bene, a mio gusto, come sarebbe potuto essere meglio.

Chi mi conosce sa che se mi avesse fatto cacare manco avrei commentato e non verrei al prossimo, invece -come ho scritto nella premessa- il sapore generale del live mi ha soddisfatta, ma ho voluto comunque sviscerare quelli che per me erano i difetti, per -potenzialmente- andare a migliorare.

Poi come vedete (o come vedi, Tizio) il live a molti è piaciuto anche così, mentre altri si sono lamentati più o meno pubblicamente. E' questione di gusti credo.

A me piacciono poco i live autogestiti e tanto quelli in cui *succedono* cose. E' ovvia di conseguenza la mia reazione. Anche se fosse stato freddo avrei avvertito del tempo "sprecato" , in cui non c'erano cose ciccie, straordinarie, emozionanti, paurose, divertenti, impreviste. Sopratutto impreviste. Sono fatta così, denunciami!!
Però non lo prendere come un attacco ingrato agli organizzatori. A me piace quello che fate, come ho già detto. Questo live in particolare è venuto meno in contro ai miei gusti, tutto qui.

Prova (provate) a rileggere il mio intervento con più leggerezza, come andrebbero sempre letti i miei interventi, vedrai che avrà un altro suono.


Io ho cambiato 3 bicchieri e basta!!! Un + per l'ecologia, grazie!!!!
Immagine

Avatar utente
Trizio
Gran Maestro
Gran Maestro
Messaggi: 2733
Località: Prato
Contatta:

Re: Impressioni sul Live del 30

Messaggio da Trizio » mercoledì 4 luglio 2012, 10:39

Sempre per risondere rapidamente ad Angelica e sempre con un commento personale.
Il tuo post critico va più che bene non mi è sembrato polemico, ho risposto spiegando il perchè di alcune scelte, se non si replica alle critiche si costruisce poco. La risposta "mi è partita" per il commento finale che mi è sembrato formulato in modo infelice, altrimenti avrei risposto comunque dopo altri 4 o 5 post ma inserendo anche le risposte sugli altri post (cosa che comunqe farò a breve). Non vi fate problemi a postare critiche, nessuno nasce imparato, i commenti positivi sono la benzina emotiva dell'associazione e quindi fanno bene, ma li commenti male... Quelli negativi si possono argomentare.

Continuate a postare che vi stiamo leggendo appassionati...
Il sentimento più forte e più antico dell' animo umano è la paura,
e la paura più grande è quella dell' ignoto


- Howard Phillips Lovecraft -

Rispondi